Torna indietro

Stitichezza in gravidanza: come curarla e quali sono i rimedi efficaci?

Quali sono i sintomi della stitichezza in gravidanza?

La stitichezza in gravidanza è un disturbo comune: interessa circa il 38% delle donne in questa fase della vita¹. La difficoltà a evacuare e l’irregolarità sono spesso associate ad altri fastidiosi sintomi come gonfiore intestinale, dolore, flatulenza e feci dure, da cui lo sforzo evacuativo che può portare in alcuni casi al prolasso delle emorroidi e a ragadi.

La permanenza delle feci nell’intestino può essere fonte di cistiti e vaginiti dovute allo sviluppo di batteri responsabili di infezioni delle vie urinarie e genitali. La stipsi può inoltre incidere sulla qualità della vita della donna in gravidanza provocando ansia, stress, irritabilità e insonnia.

Quali sono le cause della stitichezza in gravidanza?

Le principali cause della stipsi in gravidanza vanno ricercate in:

  • mutamenti ormonali, in particolare l’aumento di progesterone e aldosterone². Il progesterone è un ormone la cui funzione principale è di tenere sotto controllo le contrazioni uterine. Viene in larga parte prodotto dalla placenta e funge da miorilassante per l’intera muscolatura del corpo, quindi anche della parte intestinale, causando il rallentamento della peristalsi. L’aldosterone è invece un ormone che favorisce l’assorbimento di liquidi ed elettroliti da parte dell’intestino, da cui deriva l’indurimento delle feci.
  • I mutamenti fisici che subisce il corpo durante la gestazione. L’aumento delle dimensioni dell’utero causa la compressione e lo spostamento di alcuni organi interni, che possono rallentare il movimento intestinale.
  • I cambiamenti dello stile di vita durante la gravidanza: scarsa attività fisica, variazioni della dieta, aumento di peso e stress sono causa di stipsi.

Allo stesso modo, le variazioni che interessano il corpo dopo l’allattamento e l’aumento di progesterone possono causare stipsi anche dopo la gravidanza, durante il periodo di allattamento del bambino: riconoscendo i sintomi è possibile intervenire con rimedi ad hoc per ripristinare la regolarità intestinale.

È possibile contrastare la stipsi in gravidanza tramite l’alimentazione?

Per contenere il manifestarsi della stitichezza durante la gravidanza, è opportuno mantenere il corpo ben idratato. Una corretta alimentazione può essere d’aiuto, quindi è bene integrare la dieta con cibi ricchi di fibre che favoriscano il trattenimento dei liquidi nelle feci (frutta e verdura fresche, cereali integrali e legumi), evitare alimenti astringenti quali riso, mele e carote crude. È inoltre consigliato bere almeno 2 litri di acqua al giorno.

Quali sono i rimedi per la stitichezza in gravidanza?

Un rimedio efficace per limitare la stipsi in gravidanza è praticare una regolare attività fisica, in accordo con le condizioni di salute della mamma e del bambino, e vivere la gestazione serenamente, limitando l’insorgere di stress.

Le supposte effervescenti Eva/qu® contrastano la stipsi in gravidanza?

Eva/qu® è il rimedio immediato con effetto lassativo che contrasta la stitichezza. L’effervescenza delle supposte Eva/qu® favorisce i movimenti intestinali, stimolando l’evacuazione in modo naturale.
L’assenza di glicerina, che svolge un’azione irritante sull’intestino, lo rende un dispositivo medico completamente privo di controindicazioni; inoltre le supposte Eva/qu® non contengono nessun principio farmacologicamente attivo che possa essere assorbito dall’organismo perciò l’utilizzo è sicuro e particolarmente adatto alle donne in gravidanza.

¹ Treating constipation during pregnancy – Magan Trottier, MSc, Aida Erebara, MD, and Pina Bozzo https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3418980/ 

² Gastrointestinal Complications in Pregnancy – Arvydas Vanagunas, MD http://www.glowm.com/section_view/heading/Gastrointestinal%20Complications%20in%20Pregnancy/item/172